Cultura, Networking, Eventi | Vedi gli Appuntamenti del B.Lounge
Unisciti al Meetup Nord-Italia, Meetup Silicon Valley e Meetup Berlino
.

Intervista a Elena Goitini, Unicredit Start Lab e direttore Unicredit area commerciale di Bologna

Vogliamo conoscere meglio Elena Goitini e condividere le opportunità di Unicredit Start Lab. Ecco quanto è emerso da una breve intervista.

Chi sei e qual'è stato il tuo percorso?

Sono Elena Goitini. Sono nata a Milano e mi sono lasciata con piacere adottare da Bologna. Amo la mia famiglia, il mio lavoro e nel tempo libero mi trasformo in runner. Sono ottimista per carattere e attitudine. Dopo la laure alla Bocconi nel 1993 la mia storia professionale è legata a filo doppio con il Gruppo UniCredit dal 1994. E passa dal Credito Italiano, al Private Banking di UniCredit, per poi spingersi in Polonia con Bank Pekao e tornare in Italia come Responsabile Global Marketing. 



Quale è la tua posizione in UniCredit ed in particolare in UniCredit Start Lab?

Oggi per UniCredit sono Responsabile dell’Area commerciale di Bologna, città in cui l’Istituto ha storiche radici ed è banca di riferimento con 54 agenzie, 3 Team Piccole Imprese, 2 Centri Imprese, e un team composto da oltre 500 dipendenti, che si impegnano giorno per giorno a soddisfare le esigenze di oltre 150.000 clienti. 

Per UniCredit ho svolto nel tempo diversi incarichi in centri nevralgici soprattutto sul fronte del supporto alle imprese che sono la spina dorsale dell’economia del nostro Paese. Le piccole, le medie e le “neonate”, le start up. A queste ultime, UniCredit dedica da sempre attenzione e sostegno. Con prodotti e iniziative volti a trasformare in realtà idee imprenditoriali vincenti. 

Ne è un esempio UniCredit Start Lab, programma rivolto alle start up italiane ad alto potenziale ed elevato contenuto tecnologico, per quattro settori di attività: Life Science; ICT/Web/Digital; Clean Tech; Innovative Made in Italy, Services & Industrial. Con la nascita di UniCredit Start Lab, la banca continua nel suo cammino di supporto agli attori dell'innovazione mettendo a disposizione una piattaforma integrata di servizi dedicati. 

Anche quest’anno le selezioni sono giunte al termine e sono stati scelti 43 progetti su 783 candidature. Sul podio, anche due aziende emiliano romagnole: Smart Domotics (prima per la categoria Clean Tech) che ha sede a Ravenna e nasce dall’idea di due cesenati; e la modenese Neuron Guard (seconda classificata nel settore Life Science). Altre tre aziende della regione sono state ammesse ad uno speciale “programma di accelerazione” per sostenere lo sviluppo delle idee imprenditoriali: le modenesi Pikkart e MilkyWay (categoria ICT/Web/Digital) e la SHS di Parma (settore Innovative Made in Italy, Services & Industrial). 

Alle aziende prime classificate per ciascuna categoria UniCredit ha riconosciuto un grant di 10.000 euro e la possibilità di ricevere co-investimenti in equity da parte di UniCredit con altri investitori partner tra cui Venture Capital e Fondi Early Stage. Tutte le 43 aziende selezionate da UniCredit hanno diritto ad accedere a selezionati servizi del programma di accelerazione UniCredit Start Lab che prevede attività formative, tra cui la Startup Academy; l’accesso a un programma di mentorship dedicato; la partecipazione a un Investor Day; e la possibilità di partecipare a “Business Meetings” con aziende corporate clienti di UniCredit.


Come vedi il mondo delle start up in Italia oggi e in futuro? 

L'innovazione è la base per competere e crescere la richiede il mercato e ancor più i clienti. Oggi noi investiamo risorse nello sviluppo di soluzioni all'avanguardia che consentano di ideare nuovi prodotti e servizi. Vogliamo continuare a puntare sul futuro del nostro Paese, caratterizzato da giovani brillanti che hanno bisogno di un partner esperto e specializzato affinché si crei un nuovo concetto di economia e nuova occupazione, vera linfa vitale per l'Italia. Molto spesso si parla di innovazione e startup, senza l'indicazione di un percorso preciso per un giovane che vuole diventare imprenditore. 

UniCredit la pensa in modo diverso e con progetti come UniCredit Start Lab la banca mette in atto un'azione sinergica con università, incubatori, acceleratori d'impresa e investitori per supportare dalla fase di lancio a quella di espansione le idee più innovative e contribuire così al rilancio del nostro Paese. In un momento fondamentale per l'economia, UniCredit vuole incentivare la creazione di nuovo lavoro sostenendo le startup di ogni settore industriale chiave per il Paese.



Questa intervista è stata fatta da Roberta Rossi

Segui Brainstorming Lounge su Twitter