Cultura, Networking, Eventi | Vedi gli Appuntamenti del B.Lounge
Unisciti al Meetup Nord-Italia, Meetup Silicon Valley e Meetup Berlino
.

L'imprenditore deve sapere comunicare. Tecniche spiegate in Silicon Valley dal fondatore di TED

Saper comunicare non è una caratteristica solo del politico o del personaggio pubblico. Anche chi amministra un'azienda deve essere in grado di motivare i propri dipendenti e spingerli a credere nelle proprie idee. A maggior ragione chi deve iniziare un nuovo progetto imprenditoriale, che è chiamato a giocarsi tutto sulla capacità di promuovere se stesso. Chris Anderson, ideatore e fondatore del TED, ha fornito una serie di suggerimenti a dieci founders italiani arrivati in California con il programma internazionale TVLPx (www.tvlp.co) e selezionati dalla Regione Emilia-Romagna per apprendere il modello della Silicon Valley.

"Un imprenditore non può realizzare la propria visione da solo, ma ha bisogno di altri. Quindi deve coinvolgere altre persone, deve essere bravo a comunicare la propria idea agli altri, in modo chiaro. Questo vale non solo se deve parlare a un gruppo numeroso, ma anche se deve parlare con i propri collaboratori o con gli investitori".

Anderson, che ha da poco scritto il libro "Ted Talks. The official Ted guide to public speaking", ha indicato alcune regole per una buona comunicazione nelle startup. "Deve avere qualcosa di significativo da dire perché non si può parlare se non si sa cosa dire. Se uno ha qualcosa da dire, tutto il resto può essere imparato nel tempo. Il 'public speaking' non può essere qualcosa per te stesso, ma per il tuo pubblico: non si deve vendere qualcosa, ma essere capace di trasmettere qualcosa per suscitare interesse. Un imprenditore deve essere veramente disposto a rimuovere tutte le cose che non sono veramente necessarie per comunicare il proprio messaggio. Bisogna focalizzarsi solo su una cosa e cercare di spiegarla veramente bene".

Mountain View, askanews riporta l'intervista in questo video: http://goo.gl/MU5NsP

Segui Brainstorming Lounge su Twitter