Cultura, Networking, Eventi | Vedi gli Appuntamenti del B.Lounge
Unisciti al Meetup Nord-Italia, Meetup Silicon Valley e Meetup Berlino
.

Cronaca: Brainstorming Lounge, Fare Startup: “Mission Possible” anche in Italia

Fondazione Alma Mater, Bologna, 22 feb 2011
Questa volta è l’elegante Villa Gandolfi Pallavicini, gentilmente concessa dalla Fondazione Alma Mater, ad ospitare il secondo appuntamento con gli incontri di Brainstorming Lounge. L’evento ha avuto luogo Martedì 22 Febbraio 2011 e sulla scia del successo del primo incontro, ha riunito più di 100 interessati al mondo delle start-up e dell’ innovazione.

Presente per l’occasione un panel ricco di imprenditori di successo, provenienti dai settori più disparati e moderato da un ospite di eccezione, Michele Ursino. Fondatore e membro del board di BAIA (Business Association Italy America), il più importante network per la cooperazione imprenditoriale tra Italia e Stati Uniti, Michele ha guidato il dibattito ponendo l’accento sulle differenze tra la realtà italiana e quella a lui più familiare della Silicon Valley.

E’ intervenuto nel corso della serata il fondatore di AnguriaLab LLC, Alessandro Rizzoli, che con il suo team sta lavorando intensamente allo sviluppo di Mopapp, un’applicazione che permette l’analisi dei ricavi provenienti da applicazioni per dispositivi mobili. Alessandro ricorda l’importanza del fare, del rendersi subito operativi e di eseguire un’attenta analisi preliminare dei competitors. Un primo test del mercato è requisito spesso fondamentale anche per l’ottenimento di capitale di rischio.

Massimo Ciociola, alle prese con la sua seconda start-up – MusiXmatch.com – dopo il successo ottenuto con Wireless Solutions S.p.A. (acquisita da Dada) spiega come la scarsa dimestichezza con i meccanismi di finanziamento mediante venture capital sia la causa più frequente del fallimento delle trattative e del mancato investimento. Agli imprenditori Italiani spesso mancano nozioni di base, come la struttura di un term sheet o la differenza tra preferred e common stocks. A causa di tale problema, molte trattative con i venture capitalist si interrompono proprio in fase di negoziazione.

Elizabeth Robinson, la cui Nicox SA e’ arrivata ad un valore di 500 milioni di Euro di capitalizzazione presso la borsa valori di Parigi, fornisce alcuni numeri su investimenti realizzati rispetto al totale e dimostra come la ridotta competizione tra startupper (rispetto agli U.S.A.) assieme alla consistente disponibilità di capitali non ancora allocati, siano a tutti gli effetti un vantaggio per chi vuole fare impresa in Italia.

Gianumberto Accinelli riprende il discorso di Elizabeth e, forte della sua esperienza personale, enfatizza il delicato passaggio da ricercatore scientifico a imprenditore, sfatandone miti e perplessità. I progetti di eco-sostenibilità della sua Eugea srl hanno già guadagnato l’interesse di investitori.

Il dibattito è vivo e coinvolgente, alleggerito prima e dopo da un aperitivo informale. In pieno stile Brainstorming Lounge non abbiamo assistito all’ennesima relazione di esperti del settore, ma a racconti di vita vissuta che hanno saputo coinvolgere il pubblico, soprattutto nei momenti di networking.

Storie uniche e particolari in grado di ispirare le decine di ascoltatori: giovani innovatori, imprenditori, studenti e investitori che domandano incuriositi, sognando di potersi sedere un giorno dall’altra parte del tavolo.

Appuntamento alla prossima puntata.

Segui Brainstorming Lounge su Twitter